Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

2017, eccoci nell’anno nuovo

  • 2017, eccoci nell’anno nuovo

  • 2 gennaio 2017 da 0 Commenti

«Ed eccoci qui nel 2017. L’anno che abbiamo appena passato è stato veramente denso di avvenimenti politici che ci hanno coinvolto. Abbiamo iniziato il 2016 con il grave problema della barriera al Passo del Brennero – una situazione che ha mostrato come l’Euregio non sia altro che un mero accordo di cooperazione transfrontaliera (un GECT) incapace di imporsi su problematiche di questa rilevanza – e quello più generale del crescente numero di migranti economici richiedenti asilo, una situazione veramente problematica – sotto più punti di vista – della quale manca ancora soluzione. Ma non solo, l’anno appena trascorso ha segnato anche la società trentina: dalla chiusura dei punti nascita ed altri tagli alla sanità, allo stato della nostra economia, con l’andamento dell’export, la disoccupazione ed altri indicatori che, purtroppo, rivelano ancora un preoccupante divario con Bolzano (e non solo); a tutto ciò devono poi essere aggiunti gli episodi di svendita della nostra Terra avvenuti nel settore agroalimentare, in quello idroelettrico e così via.

Ma durante l’anno appena appena concluso non sono mancate nemmeno le soddisfazioni: dalla nostra partecipazione a Iatz, la manifestazione per l’indipendenza dei popoli che si è tenuta il 14 maggio a Brunico, alla vittoria raggiunta nel referendum sulla riforma costituzionale – un no importante al centralismo romano e alle lesioni che la nostra autonomia avrebbe incontrato. Ma non solo, il 2016 ha visto una sempre maggior consapevolezza della nostra identità tirolese e delle possibilità di autodeterminazione in mano al nostro popolo, grazie anche ad uno sguardo attento al processo di libertà che la Catalogna sta portando avanti con coraggio. Cionondimeno, anche a livello di Movimento l’anno appena passato è stato importante e di rafforzamento, basti menzionare il Congresso di ottobre e i vari incontri e conferenze che abbiamo tenuto sul territorio.

Ora, in questo nuovo 2017 le sfide che il Movimento dovrà affrontare non mancheranno: rafforzamento, crescita e sempre più attenzione alle problematiche spesso nascoste dalla classe politica al governo il tutto nell’ottica di un’autentica politica ‘freiheitliche’. Inoltre continueremo a trattare problematiche di stretta attualità, dall’immigrazione incontrollata che non vede ancora soluzione, alla questione sicurezza con i sempre più vicini e frequenti episodi di terrorismo islamico, dalla stagnazione che persiste nella nostra economia ad una pericolosa deriva nazionalista volta a minare sempre più la nostra identità. Il Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche vuole essere in prima linea su questi argomenti; cercheremo inoltre di diffondere sempre più risposte al bisogno di una politica vicina al cittadino, che lo possa veramente mettere al centro, proponendo l’introduzione di meccanismi di democrazia diretta e maggior trasparenza dell’amministrazione pubblica. Queste sono le diverse sfide che ci vedranno impegnati in questo 2017 appena iniziato: insieme, con la forza di tutti e passo per passo riusciremo a rendere migliore e più libera la nostra Terra. Buon 2017», così Michele Bella, Obmann del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>