Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

ELEZIONI POLITICHE, QUANDO IL MENO PEGGIO NON BASTA.

elezioni-2018
A seguito delle votazioni politiche e relativi risultati, un sentimento di frustrazione e distacco è percepito da gran parte della nostra popolazione, sia per le proposte partitiche ed i programmi elettorali esposti, così come per i toni che i soliti attori hanno utilizzato durante la campagna elettorale.
Tale sentimento di insoddisfazione dovrebbe condurre la nostra gente a una riflessione in merito alla situazione amministrativa e ad uno scatto di orgoglio per la ricerca di un futuro migliore, padroni della nostra terra.
Come sottolineato più volte, il ruolo fondamentale delle istituzioni – specialmente se politiche – deve essere quello di riuscire a dare risposte alla gente e ricercare un dialogo con gli avversari politici basato su un confronto sereno che possa essere di esempio per tutti i cittadini. Deve però e soprattutto essere la rappresentazione del popolo, l’espressione di esso e costituirne uno strumento propositivo.
L’ennesimo ed evidente fallimento di tali prerogative, ha prodotto delusione e sconcerto nella campagna elettorale incapace di cogliere gli auspici della maggioranza dell’elettorato, mostrando chiaramente che la nostra autonomia non deve ridursi alla richiesta di nuove competenze difficilmente gestibili a causa della riduzione di risorse, ma piuttosto essere punto di partenza per raggiungere un livello amministrativo quanto più svincolato da un controllo centrale che continua a brancolare nell’immobilismo più totale, utilizzando slogan e toni da stadio ed in maniera perentoria, di fatto, a sgretolare la nostra già precaria identità.
Con la speranza che le elezioni amministrative di autunno possano risultare il punto di partenza per l’attività politica in Consiglio Provinciale del nostro progetto politico, l’augurio è che la nostra gente non guardi alla nostra provincia con rassegnazione e distacco, ma piuttosto con orgoglio e convinzione continui a partecipare attivamente alla vita politica con la determinazione che la nostra terra può e deve avere un futuro migliore anche rispetto alle più rosee promesse elettorali impregnate di contenuti nazionali.




Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo - Freiheitliche


Una risposta a ELEZIONI POLITICHE, QUANDO IL MENO PEGGIO NON BASTA.
  1. utilyzerWST@protonmail.ch'
    • Magda
    • La vera strategia è sempre quella di stare in mezzo alla gente, per sondare, capire la situazione e come agire di conseguenza …
      Ed in questo modo, ha stravinto il cosiddetto pat (partito “autonomista” trentino, che di Tirolo e Tirolese non ne vuol proprio sapere, anzi!!!)

      A tutt’oggi, è un vero Peccato, denotare la Totale Assenza di un Nostro Tirolese Riferimento Politico ;
      ed oltremodo l’incuria di movimenti vari, che nascono come funghi e d’incanto scompaiono :
      che raccontano di sostenere l’Autodeterminazione dei Popoli, e quindi anche del Nostro Popolo Tirolese ….