Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

Euregio Tirolo: la nostra visione

  • Euregio Tirolo: la nostra visione

  • 25 ottobre 2013 da 0 Commenti

“L’idea di un’Europa regionale a noi piace. In particolare siamo attratti e siamo favorevoli ad una Euregio Tirolo che superi le barriere nazionalistiche dovute ai conflitti bellici. Se ne parla ormai da vent’anni e passi avanti se ne sono visti pochi. Tanti proclami, tante promesse, ma di concreto poco o nulla. Si dice che non c’è più la barriera del Brennero per le persone e per le merci, ma in realtà non ci sono più in nessun altro Stato che faccia parte della convenzione di Schengen.

Ciononostante qualche politico ha gonfiato il petto e vorrebbe prendersi il merito di questo dichiarandosi filo-tirolese, salvo poi sparire quando si tratta di riconoscimenti identitari alle popolazioni, come ad esempio nel caso del passaporto austriaco.

Siamo stufi di questa politica regionale dalle due facce, il progetto Euregio Tirolo (siamo forse gli unici che lo chiamano con il suo nome) deve andare avanti e deve essere da scudo per le richieste italiane sia economiche che culturali e/o identitarie. Una Euroregione che sia il cuore dell’Europa, non soggiogata a nessuno e che possa, finalmente, esprimere tutto il suo potenziale. Più competenze per l’Euroregione, soprattutto quella fiscale impositiva, sono la  garanzia per la nostra vita e per quella dei nostri figli”, così Marco Omenigrandi Grossmann.




Alt-Obmann del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo - Freiheitliche


Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>