Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

L’immobilismo della politica provinciale

  • L’immobilismo della politica provinciale

  • 3 maggio 2017 da 1 Commento

Come riportato da ‘Il Dolomiti’, in questi giorni stiamo assistendo ad una specie di tregua politica dove il dibattito riguardo i temi futuri sulla gestione della Provincia ha subito un arresto; tra le forze partitiche rappresentate in piazza Dante, vi è una specie di tacito accordo nel non sbilanciarsi eccessivamente esponendo piani futuri. “Tale situazione è tipica di forze politiche maggiormente interessate al consenso elettorale piuttosto che alla gestione lungimirante della nostra Provincia o all’elaborazione di soluzioni per la difficile situazione socio-economica che stiamo attraversando”, è il commento di Matteo Nicolodi del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche.

“È ormai chiaro a tutti che i tempi sono cambiati: per citare alcuni esempi basti sottolineare la nostra autonomia sempre sotto attacco e mai difesa con argomentazioni identitarie e culturali, la riduzione di risorse finanziarie causata dal servilismo mostrato nei confronti delle richieste di Roma, la revisione del Terzo statuto di autonomia che avverte le prime difficoltà in un elaborato comune con Bolzano. A questo punto servirebbe veramente uno «scatto d’orgoglio» da parte della classe politica, ma come sarà mai possibile, quando è evidente che tutti i partiti che siedono a piazza Dante avvertono crisi interne che minacciano la loro riconferma e il mantenimento dei consenso da parte dell’elettorato?

Nel notare l’immobilismo da parte della politica provinciale, il nostro Movimento continuerà con i suoi mezzi e la propria disponibilità a proseguire la strada intrapresa finora, discutendo e confrontandosi su piani futuri che mirino al consolidamento della nostra forma istituzionale per puntare al raggiungimento di un autogoverno pieno. Ma non solo, continueremo a sensibilizzare la popolazione per costruire un’identità regionale che non sia calata dall’alto e imposta, bensì sentita e condivisa in tutto il territorio anche fuori dall’ambito regionale, in tutto il Tirolo storico, nonché a relazionarsi con la popolazione, tramite conferenze stampa, incontri sul territorio e partecipando a iniziative e proposte alle quali è sensibile la nostra gente”, così conclude Matteo Nicolodi del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche.




Membro del Consiglio Direttivo del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo - Freiheitliche


Una risposta a L’immobilismo della politica provinciale
  1. utilyzerWST@protonmail.ch'
    • Dietlind Madga Dietlind
    • buongiorno, leggendo quanto sopra ho sempre maggiore convinzione che siano veramente arrivati i tempi di liberarci di questa arrugginita, vetusta e antistorica ammucchiata stivalesca …….
      forse, un modo per poterci affrancare, potrebbe essere preso a modello dalle da una versione attuale ed aggiornata delle “Katakombenschule”, fare scuola online e organizzare eventi permanenti sul territorio della ns. Heimat, riguardanti la nostra vera storia, e vere origini a chi non ne sa nulla, a chi ancora si trova sotto l’incantesimo della storiografia di regime, e non riesce o non ha la minima idea di come poter uscire dalla ruota del criceto della “istruzione” irreggimentata dello stato vincitore. Attendo vostro riscontro , anticipatamente ringrazio e saluto, SH, Magda