Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

Per non diventare Veneto c’è un’unica linea politica da seguire

  • Per non diventare Veneto c’è un’unica linea politica da seguire

  • 20 ottobre 2016 da 0 Commenti

Si è concluso da pochi giorni il Congresso del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche presso l’Hotel Adige di Mattarello. Oltre al rinnovo delle cariche questo appuntamento è stato un’importante occasione per incontrare i tesserati e i simpatizzanti; a proposito vogliamo pubblicare un estratto dell’intervento di Marco Omenigrandi Grossmann, Alt-Obmann del Movimento.

«Oltre all’aspetto congressuale, l’incontro di questa sera è anche uno degli ultimi appuntamenti che abbiamo avuto modo di organizzare sul territorio. Infatti, stiamo intensificando questo tipo di comunicazione in modo più o meno esteso nelle singole valli, incontrando la nostra gente in modo organizzato ma soprattutto composto e ponderato. Del resto è questo il nostro modo di fare politica, senza urlare al vento o alla nostra ombra in piazze deserte, senza cadere in facili caricature da folkloristici e ridicoli pseudo-tirolesi, senza prestare il fianco a facili sdoganamenti della nostra politica fortemente identitaria da parte di coloro che in mancanza di argomenti validi non perdono occasione per definirci estremisti o nostalgici.

La nostra è una linea politica e – soprattutto – comportamentale che non crede alle meteore, ai fuochi di paglia: tracciamo un solco sulle basi di una vera politica Freiheitliche tenendo rigorosamente una direzione, l’unica che ci potrà dare la possibilità di rivolgerci sempre più verso la nostra naturale Vaterland con l’orgoglio e la libertà della nostra plurisecolare Heimat. Il nostro compito è pertanto quello di attualizzare in termini contemporanei questa identità così da poter applicare un modello sociale sostenibile e credibile che possa essere condiviso con gli altri Länder tirolesi. Solo una sana politica Freiheitliche consente ciò: non sarà con piccoli movimenti politici, con liste politiche costruite sulla persona o con meri individualismi che si potrà attuare un cambiamento in questa direzione.

D’altra parte gli strumenti e le opportunità di condivisione politica ed identitaria che stiamo proponendo non si sono mai avute nel nostro territorio. Di noi, della nostra provincia in termini tirolesi, grazie ai Die Freiheitlichen se ne parla in Consiglio Regionale, se ne parla a Vienna dopo molti decenni, ma non ancora a Trento. Sì, Trento, che nel frattempo ha preso una direzione ben diversa da Bolzano, sempre più italiana, sempre più veneta. Ora, inevitabilmente, la sfida e la responsabilità assunta impegnano tutti noi, tutti coloro che – con o senza incarichi nel Movimento – credono nella libera espressione sociale della nostra anima tirolese, a pensare e ad agire nella giusta direzione, ponendo i nostri orizzonti nella loro naturale collocazione: è l’ultimo treno per evitare di trovarci proiettati improvvisamente nell’area veneta, diventandone l’ottava provincia».




Alt-Obmann del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo - Freiheitliche


Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>