Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

Presto un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia

  • Presto un nuovo referendum per l’indipendenza della Scozia

  • 14 marzo 2017 da 0 Commenti

Non molto dopo la triste notizia della condanna di Artur Mas, l’ex Governatore della Catalogna che nel 2014 aveva promosso il referendum di indipendenza dalla Spagna, dalla Scozia giungono notizie di un nuovo voto per lasciare la Gran Bretagna. “La premier scozzese Sturgeon ha annunciato un referendum sull’indipendenza dal Regno Unito per l’autunno 2018 o al più per la primavera 2019: si tratta – ancora una volta – di una grande prova di democrazia”, commenta Michele Bella, Obmann del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche. “Dopo la sconfitta nel voto del 2014 – i sì si fermarono al 44,7% – le condizioni in Scozia sono profondamente cambiate: la vittoria della brexit e il processo di separazione del Regno Unito dall’Unione Europea hanno minato le basi che avevano portato al successo degli unionisti e la prospettiva di una Scozia isolata dal resto dell’Europa e dipendente esclusivamente da Londra non piace.

Gli esempi dei popoli scozzesi e catalani che nonostante le difficoltà legate alla sovranità degli Stati nei quali fanno parte continuano a chiedere con forza l’autodeterminazione dovrebbero indurci a riflettere: il futuro della nostra Terra non può dipendere a lungo da uno Stato italiano sempre più in crisi (non solo economicamente ma anche da un punto di vista socio-culturale). Anche da noi bisogna iniziare a pensare in prospettiva a quale opzione possa dare maggior benessere alla nostra popolazione.

Del resto l’autonomia non può essere vista come un punto di arrivo, ma è piuttosto un punto di passaggio. Dobbiamo rafforzarla ed integrarla fino a farla diventare una vera e propria forma di autogoverno; a questo scopo la formula che a nostro avviso più si addice è quella della creazione di uno Stato libero del Trentino Südtirol. Ispirandoci a quanto succede in Europa, anche la nostra Terra deve avere il coraggio di affermare i propri diritti di autodeterminazione, ne va del nostro futuro e della nostra libertà. Auspichiamo pertanto che sempre più forze politiche della nostra Regione possano intraprendere questo percorso di idee per un definitivo sviluppo dell’autonomia: noi ci siamo”, così conclude Michele Bella, Obmann del Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>