Ho notato che anche chi crede che tutto sia predestinato e che non si possa fare nulla per cambiarlo, guarda prima di attraversare la strada Stephen Hawking, fisico, matematico e cosmologo britannico

Turismo nella Provincia di Trento, pesante il divario con Bolzano

NicolodiMini
Secondo un recente articolo comparso sul giornale l’Adige, i risultati di una ricerca del Centro Studi Unioncamere dell’Emilia Romagna evidenziano come la provincia di Bolzano riesce ad incassare circa 2 miliardi di euro in più in termini di PIL nel settore turistico rispetto a Trento: una cifra enorme considerando che circa il 30% del PIL totale è costituito da introiti derivanti dal turismo.
“I numeri non sorprendono” è il commento di Matteo Nicolodi di Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche,
la differenza tra le due provincie in termini di qualità dell’offerta turistica è infatti evidente: mentre nella Provincia di Bolzano si cerca di fare rete tra i vari settori (primario e terziario in particolar modo) orientandosi verso una strategia di marchio più che di profitto immediato, nella nostra provincia si lavora in modo disgiunto orientandosi esclusivamente a un tornaconto economico diretto.
Quello che differenzia in estrema sintesi le due realtà regionali è l’approccio che al turista viene offerto della propria cultura: mentre in Provincia di Bolzano viene presentata una realtà turistica che, legando i vari settori, è espressione della cultura tipica di un territorio, da noi, nonostante le peculiarità e prerogative territoriali siano potenzialmente non inferiori, l’elemento “culturale” stenta ad emergere e ad essere presentato e valorizzato.
Questa attitudine tende ad affievolire l’offerta turistica di qualità limitandosi semplicemente al mero guadagno spiccio in termini qualunquisti.
Non c’è pertanto da sorprendersi se frequentemente leggiamo sui giornali locali riguardo a personalità di spicco che preferiscono trascorrere le proprie ferie a nord di Salorno snobbando la nostra provincia: il marchio “Südtirol” è stato curato nel tempo e continua a raccogliere i suoi frutti maggiormente del marchio “Trentino”.
Le direzioni che possiamo seguire sono due: accontentarsi dei numeri (comunque non trascurabili) che riusciamo a produrre ritenendoci sapientemente “tra i migliori d’Italia” o cercare di confrontarci con chi riesce a produrre performance nettamente superiori e più consone al nostro territorio, ammettendo che non stiamo sfruttando nel modo corretto le nostre prerogative” così si conclude Matteo Nicolodi i Nuovo Trentino Nuovo Tirolo – Freiheitliche.




Movimento Nuovo Trentino Nuovo Tirolo - Freiheitliche


Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>